Skyrace delle Dolomiti Friulane edizione 2011

Domenica 28 agosto siamo stati testimoni diretti per la prima volta dell'attesissima gara di corsa in montagna - chiamata "Skyrace delle Dolomiti Friulane" - giunta ormai alla sua settima edizione e diventata quasi un classico. Il tempo splendido e non troppo caldo (era piovuto proprio il giorno prima, durante le letture di Somaglino, ahimè) ha certo favorito la buona riuscita della gara, un'edizione da record con la bellezza di 577 partenti su 630 iscritti.

La locandina della gara 2011
 Si tratta di una gara durissima con 1700 metri di dislivello in salita e un percorso ad anello che parte da Forni di Sopra, tocca il Rifugio Pacherini, percorre tutto il Truoi dai sclops con i suoi infiniti su e giù, scende al Rifugio Giaf e si ricongiunge a fondovalle. Il vincitore, per la terza volta consecutiva, è stato il sappadino Matteo Piller Hoffer (Us Aldo Moro) con 2 ore, 2 minuti e 45 secondi.

Matteo Piller Hoffer al suo passaggio al Giaf
 Secondo si è piazzato lo sloveno Sebastjan Zamik e terzo un altro sloveno, Simon Alic. Delle 71 donne in partenza, la prima è stata la friulana Lorella Baron (Gs Edelweiss) in 2 ore e 39 minuti, seguita da Paola Romanin e Maria Dimitra Theocaris.

Un'intensa immagine di Lorella Baron durante la breve sosta al Giaf

Il record da battere, detenuto da Tadei Pivk,  era di 1 ora e 53 minuti.
Dalla nostra postazione al Rifugio, dove si trovava un punto di ristoro, abbiamo potuto seguire da vicino l'arrivo degli atleti e fare numerose fotografie.


Manuel Marchiol con il pettorale 78
 Inutile dire che il nostro tifo andava tutto al nostro amico Manuel, alla sua prima esperienza di skyrace, che alla fine ha conseguito un piazzamento di tutto rispetto e a cui vanno tutti i nostri complimenti!